La tendenza Bitcoin ha guadagnato una massiccia attenzione mainstream con alcuni personaggi di spicco che sono usciti come proponenti, sostenendo una più pronunciata adozione pubblica della criptovaluta.

Mentre molte persone hanno aggiunto BTC

Mentre molte persone hanno aggiunto BTC ai loro portafogli, alcuni investitori, per quanto attraenti siano stati i modelli rialzisti dell’asset, sono scettici sul trading diretto della valuta a causa di diverse preoccupazioni. Per questi investitori, un ETF Bitcoin è il rimedio al loro problema.

Tuttavia, gli investitori americani sono stati sfortunati per quanto riguarda l’ottenimento di un ETF da quando l’asset è stato messo in evidenza; questo è dovuto al fatto che i tentativi di lanciarli sono stati un fiasco completo.

Fortunatamente, diversi indicatori indicano che non passerà molto tempo prima di vedere gli ETF Bitcoin inondare lo spazio finanziario americano.

Per esempio, la U.S. Securities and Exchange Commission ha proceduto con la sua revisione del WisdomTree Bitcoin ETF venerdì, poco dopo aver indicato, tramite un comunicato stampa, che avrebbe iniziato la valutazione.

Questo porta il numero di applicazioni ETF presentate sul tavolo della SEC a otto, con due – il Bitcoin ETF di VanEck e il WisdomTree Bitcoin ETF recentemente presentato – attualmente sotto esame.

Prima d’ora, la SEC aveva respinto diverse applicazioni di Bitcoin ETF in passato, in parte a causa delle rigide politiche di mercato che per natura vedono le attività digitali come idee aliene. Nonostante ciò, con una maggiore flessibilità nel sistema e una nuova legislazione più favorevole, c’è ragione di credere che queste nuove applicazioni saranno valutate favorevolmente.

Un altro fattore che aumenta l’ottimismo

Un altro fattore che aumenta l’ottimismo è la nomina di un nuovo presidente della SEC. Recentemente, le posizioni della SEC su diverse questioni riguardanti le criptovalute sono state accolte con critiche taglienti alcune volte, con Mati Greenspan, fondatore di Quantum Economics, che ha detto, in una newsletter riguardante il caso LBRY, „non abbiamo idea di chi sta chiamando i colpi lì in questo momento, ma non sembrano essere molto cripto-friendly per niente“.

Con la conferma di Gary Gensler come nuovo presidente della SEC il 12 aprile, il pubblico, specialmente i sostenitori delle criptovalute, sperano in decisioni più favorevoli per quanto riguarda gli asset digitali, specialmente, anche, nell’area della revisione dei Bitcoin ETFs.

Il commissario della SEC, Hester Peirce, in un’intervista con Barron’s Avi Salzman, ha notato che non sa se la SEC inizierà l’approvazione degli ETF BTC. Tuttavia, è vero che la SEC è in un periodo di transizione, e questo potrebbe potenzialmente portare una boccata d’aria fresca per il mondo delle criptovalute.

In conclusione, una ragione importante per credere che gli Stati Uniti siano più vicini che mai ad avere il loro primo ETF Bitcoin è la preoccupazione di avere nuove innovazioni legate alle criptovalute che vanno fuori dal paese per prosperare, e anche di essere indietro rispetto ad altre nazioni in termini di regolamenti e adozione delle criptovalute come espresso da Pierce nell’intervista con Salzman. Quando le è stato chiesto se crede che gli Stati Uniti siano indietro sulle innovazioni legate alla crittografia, Peirce ha notato che crede che siano „dietro la curva“.

Con altri paesi come il Canada e il Brasile che approvano gli ETF Bitcoin e stabiliscono politiche più positive per le criptovalute, è probabile che gli Stati Uniti facciano i primi passi nella stessa direzione nel tentativo di anticipare la curva.